Presepi Stampa

 

Il Presepe di Bene

La tradizione racconta che fu S. Francesco ad introdurre l’usanza del Presepe. I seguaci del poverello d’Assisi diffusero in giro per la Penisola, dove sorgevano le piccole Comunità Francescane, questa usanza: dove c’era un convento - così anche a Bene - a Natale si allestiva il Presepio.

La calda e affascinante atmosfera evocativa del Presepe è stata ripresa e riproposta dagli Amici di Bene che dal 1990 - in occasione del Natale - hanno inserito la Natività nella ricostruzione in scala ridotta di un angolo caratteristico della città. Ogni anno, grazie al lavoro certosino degli Amici di Bene, è riprodotto - protetto dal cristallo che preserva il “Portale dei desideri” della Confraternita dei Disciplinanti Bianchi - un nuovo angolo o particolare di Bene Vagienna.

In questa scenografia sono inserite delle antiche statue lignee policrome, utilizzate per secoli dai Francescani benesi e ritrovate nel loro convento dall’Associazione. Le statue sono alte dai 60 ai 65 centimetri circa. Abili mani hanno scolpito accuratamente visi, piedi e mani; il resto del corpo è costituito da una struttura - sempre lignea - opportunamente snodabile in modo da consentire pose e atteggiamenti diversi.
I manichini - sarebbe più appropriato definirli così - sono rivestiti con ricchi e antichi costumi, recentemente recuperati.
Il bue e l’asinello – uniche eccezioni – sono di terracotta.
Manca purtroppo Gesù Bambino: la statua oggi utilizzata non è coeva con il resto dei personaggi.
Altri due particolari meritano segnalazione. Il sontuoso abbigliamento dei Re Magi è ricavato da antichi paramenti sacri, mentre le pecore sono rivestite da un vero soffice pelo ovino.

Il Presepe di Bene è inaugurato alla presenza di un padrino o di una madrina d’onore e fino ad ora numerose sono state le personalità religiose, politiche e culturali invitate in tale qualità.

La bellezza della natività così rappresentata è stata esaltata da alcuni servizi della televisione, le sue peculiarità sono state evidenziate dalla stampa non solo locale e la sua originalità ha acquistato notorietà a livello regionale.

Il presepe è visibile tutti i giorni festivi e prefestivi dal giorno dell’inaugurazione fino al 25 gennaio (ricorrenza della Beata Paola Gambara-Costa Signora di Bene, Carrù e Trinità).



Presepe 2009

Presepe 2008

Presepe 2007

Presepe 2006

Presepe 2005

Presepe 2004

Presepe 2003

Presepe 2002

Presepe 2001

Presepe 2000


Presepe 1999

Presepe 1998

Presepe 1997

Presepe 1996

Presepe 1995

Presepe 1994

Presepe 1993

Presepe 1992

Presepe 1991

Presepe 1990